Torna nella homepage
 
n.47 novembre 2014
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:20 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Pagina numero 3 >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Didattica Laboratoriale 2 Didattica Laboratoriale
Pagina Orizzonte scuola 3 Orizzonte scuola

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Pagina Numero 3 - Area tematica Orizzonte scuola
Testatina Orizzonte_scuola
E' strano che un alunno straniero sia considerato estraneo
Non è strano che un alunno italiano possa sentirsi straniero
NEL PENSIERO
Tre parole nel titolo che si assomigliano e creano un effetto che alcuni percepiranno cacofonico e ridondante, altri poetico e musicale; il problema sorge quando al risultato stilistico poco gradito ai primi si fa corrispondere l'aderenza nel significato, a maggior ragione se il tutto è riferito ad una persona.

Strano è chi si mostra nei suoi aspetti stravaganti, bizzarri, fuori dal comune, dall'ordinario, da quello che si è abituati a vivere nella quotidianità, ma può essere anche percepito come colui che genera disordine, che scombina i piani, che rompe gli schemi.

Estraneo è chi si pone fuori da un contesto per svariati motivi, che non ha punti in comune con un ambiente omogeneo, quindi sconosciuto e ch...
Orizzonte scuola - di: Pellegrino Marco vai al dettaglio....
La regola come strumento facilitatore
Liberiamoci dai vincoli!
Come abbiamo identificato il nostro gruppo classe?
Quale è l'idea che ne abbiamo e ... corrisponde alla realtà?
Potrebbe essere di aiuto vedere se la nostra classe ideale corrisponde all'idea che abbiamo della nostra classe attuale, confrontarci e rifletterci su! (a proposito di metacognizione!)
Chiederci quindi: siamo ancora, anche se in fondo in fondo, attaccati all'idea di "classe di girasoli", forse quella con la quale siamo cresciuti? O siamo proiettati a valorizzare l'eterogeneità e le differenze di ciascuno dei nostri alunni, e siamo ormai lanciati verso la "classe patchwork-mission impossible"?!.

Non so a voi, ma a me in tanti anni di onorato servizio, 33 di cui 25 sul sostegno, non è mai capitato di avere due classi uguali. Mi sono sempre trovata ad affrontare situazioni diverse.
Quest'anno in particolare - insegno a San Basilio praticamente da sempre- mi trovo una classe co...
Orizzonte scuola - di: Ruggiero Patrizia vai al dettaglio....
ognuno è parte di un tutto...
Le linee guida del MIUR per gli alunni stranieri
A che punto siamo? Tra sperimentazione e operatività
Nel febbraio 2014, con il Ministero M. Chiara Carozza, sono pubblicate le "Le Linee guida per l'accoglienza e per l'integrazione degli alunni stranieri", con le quali si aggiornano alcune disposizioni per gli alunni stranieri del 2006, secondo le disposizioni di legge, in modo da chiarire per gli addetti ai lavori della scuola i margini di "manovra" delle azioni educative e didattiche.
Le linee propongono una lettura sotto la lente del concetto dell'inclusione, andando oltre l'obiettivo del primo "step" dell'integrazione degli stranieri, sia con o senza cittadinanza italiana.
Il documento è articolato in due parti, una dedicata al contesto, l'altra alle indicazioni operative: nel contesto si individuano chi sono gli alunni stranieri, e si indicano i concetti più generali dell'...
Orizzonte scuola - di: Presutti Serenella vai al dettaglio....
Villaggio tra angeli e (i suoi) demoni.
Scontro anomalo tra generazioni
La scorsa puntata di Servizio Pubblico (mi riferisco a quella andata in onda il 16 ottobre) rimarrà agli onori delle cronache più probabilmente per lo scontro tra Santoro e Travaglio, con quest'ultimo che, sdegnato, lascia lo studio.
Tuttavia, non può certo passare inosservato lo strano confronto che all'inizio del programma ha visto contrapposti Paolo Villaggio e i cosiddetti "angeli del fango". Per carità, non se ne può più di questa espressione, persino infelicemente ossimorica e come al solito coniata dai media, da sempre impegnati a confezionare etichette semplicistiche e fuorvianti.
Al tempo stesso, però, il discorso del noto comico genovese, sia nei toni che nel contenuto, ha destato alcuni punti interrogativi, credo, a non pochi la sera di giovedì s...
Orizzonte scuola - di: Alano Stefania vai al dettaglio....
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional